San Vito Lo Capo (TP)

San Vito Lo Capo nasce alla fine del ‘700, alle falde di Monte Monaco, nella bianchissima baia posta tra Capo San Vito e Punta Solanto. Famosa per la sua costa sabbiosa, la ridente cittadina é stata inserita dal Touring Club Italiano fra le spiagge più belle d’Italia e Bandiera Blu d’Europa. San Vito Lo Capo è la tappa ideale per tutti coloro che desiderano stare a contatto con la natura.

Nucleo generatore di San Vito Lo Capo è il Santuario, antica fortezza saracena costruita intorno al ‘300 attorno alla piccola cappella dedicata a San Vito Martire, patrono del borgo marinaro.

Da visitare il Museo del Mare dove sono conservati importanti reperti archeologici recuperati dai fondali marini sanvitesi, in particolar modo sul relitto della nave arabo-normanna che giace sui fondali antistanti il Faro.

Nel territorio di San Vito è compresa la parte più occidentale della Riserva dello Zingaro, sette km di natura incontaminata, con baie e calette circondate da un mare blu intenso, con fondali limpidi e grotte sottomarine. La riserva può essere visitata esclusivamente a piedi, con percorsi più o meno impegnativi.

A due passi da San Vito, le frazioni di Castelluzzo e Macari che si affacciano su un golfo e su una costa che ha pochi eguali al mondo.